USO E RISCHIO DIFENSIVO DELLA DIAGNOSI IN ADOLESCENZA

Di Lucia Gentile

 

RIASSUNTO

Si esaminano le funzioni e i rischi difensivi della diagnosi in adolescenza, diagnosi vista come processo conoscitivo tra quel giovane paziente e quel terapeuta. Anche l’eventuale necessario intervento psicofarmacologico, che può costringere a ipotesi diagnostiche precocemente, viene visto come integrato e integratore del processo conoscitivo psicoanalitico. Vengono riportati tre esempi clinici.

Parole chiave: Diagnosi in adolescenza; funzioni; rischi difensivi; integrazione farmacologica.

SUMMARY

The functions and the defensive risks of the diagnosis. The aim of this paper is to discuss both the functions and the defensive risks of the diagnostic process in adolescence. In this context, diagnosis will be considered as a process self-knowledge taking place between the young patient and the therapist. The possible need of psychopharmacological intervention within therapy, which may force the therapist to a possibly premature diagnosis, is also described for its integrative value within the psychoanalytic self-knowledge process. Three clinical vignettes will be reported and discussed.

Keywords: Diagnosis in adolescence; functions; defensive risks; pharmacological integration.

Il materiale clinico non consente la vendita online di questo articolo.

Vi invitiamo a contattare la nostra segreteria alla mail aep@associazionearpad.it per verificare, qualora interessati, la possibilità di acquisto del numero cartaceo della rivista che lo contiene.

USO E RISCHIO DIFENSIVO DELLA DIAGNOSI IN ADOLESCENZA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin