LO SPARTITO INCOMPIUTO. Improvvisazione e soggettivazione

5.00

di Massimo De Rysky 

 

RIASSUNTO  

L’Autore propone un parallelismo tra l’organizzazione del discorso musicale, i processi di intuizione creativa che sottostanno all’atto compositivo e creativo, con la mente adolescente nella creazione dell’immagine di se stesso. Il concetto chiave che collega la musica con il processo di crescita dell’adolescente, è la capacità di improvvisare, di sorprendersi di se stessi incontrando aspetti sconosciuti della propria creatività. Improvvisare come soggettivare è creare un soggetto nuovo, unico e irripetibile. La relazione terapeutica con l’adolescente si configura come un discorso musicale che si instaura tra due musicisti che improvvisando, avviano un’esperienza trasformativa e di ricerca-tessitura, in modo simile a uno spartito incompiuto in continua evoluzione.  

 

Parole chiave: Improvvisazione nella musica jazz, creatività, soggettivazione, relazione terapeutica. 

 

SUMMARY  

The unfinished music sheet: Improvising as a project for subjectification. The Author offers an analogy between the organisation of musical discourse, which includes related processes underling composing and creativity, and the adolescent mind in the process of self-image formation. The key concept linking music and development in adolescence is the ability to improvise and to surprise oneself by discovering new aspects of one’s own Self. Improvising, like the process of subjectification, means to create something new, unique, and unrepeatable. The therapeutic relationship with the adolescence is alike a musical discourse between two musicians who are improvising; it starts a transformative experience of research, similar to a constantly-evolving unfinished music sheet.  

 

Key words: Improvising in Jazz music; creativity; subjectification; therapeutic relationship.  

LO SPARTITO INCOMPIUTO. Improvvisazione e soggettivazione

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin