LAVORO DEL LUTTO E PSICOTERAPIA DI GRUPPO A TERMINE

5.00

Di Giuseppina Brunetti

 

RIASSUNTO

Il lavoro racconta un’esperienza istituzionale che ha trasformato il vincolo temporale, accolto inizialmente con una certa resistenza, nel motore di alcune evoluzioni psichiche coinvolgenti, operatori e pazienti. L’esperienza fornisce un contribuito al dibattito in corso sui fattori terapeutici dei gruppi in ambito istituzionale, considerando il tempo come una variabile fondamentale del processo di cura. La programmazione degli interventi in ambito sanitario sfida i terapeuti a ideare dispositivi d’aiuto che tengano in considerazione il complesso intreccio tra tempi di cura sempre più contratti e domanda di accompagnamento nel tempo avanzata dai pazienti. Si è sottolineata, inoltre, la necessità degli operatori delle istituzioni di avere occasioni formative che incrementino nei curanti sia competenza organizzativa che capacità di convivere in sistemi con risorse limitate, attraverso la creazione di reti relazionali protettive per i curanti, che garantiscano possibilità di pensiero e contenimento della distruttività nei contesti organizzativi. La psicoterapia a termine è stata proposta a un gruppo di pazienti adulti con difficoltà a uscire da «un’adolescenza prolungata», deficit identitari e fragilità narcisistica. Nell’articolo si è voluto sottolineare la funzione iniziatica che può assumere una terapia di gruppo a termine, utilizzando il lavoro del lutto come motore principale di trasformazioni psichiche.

Parole chiave: Adolescenza; istituzioni; psicoterapia a termine; psicoterapia di gruppo; soggettivazione.

SUMMARY

The Working through of Mourning and Time-limited group Psychotherapy. We thought telling our initially not so welcome experience in an institution would be useful insofar as it shows how it fostered psychic development for both patients and care-takers. Such experience enhanced the debate about a group’s therapeutic features when time becomes a fundamental variable in the care process. Planning interventions in the health field is challenging for therapists who are therefore urged to design help devices fitting the complex relationship between short-term care interventions and the patients’ claim for long term assistance. We also emphasize the need for training opportunities that may enhance the care-takers’ organizing competence along with their ability to adjust to systems based on poor resources and create protective nets of relations for their own protection against attacks on their thinking ability and other destructive actions. A group of adult patients suffering from «prolonged adolescence», identity deficiency and narcissistic fragility were provided with a time-limited psychotherapeutic treatment. In the article the importance of a group therapy centred on the work- ing through of mourning is emphasized.

Key words: Adolescence; institutions; time-limited psychotherapeutic treatment; group psychotherapy; subjectivization.

LAVORO DEL LUTTO E PSICOTERAPIA DI GRUPPO A TERMINE

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin