LA RAPPRESENTAZIONE DEL RISCHIO IN ADOLESCENZA

5.00

Di Daniele Biondo, Alice Antonelli, Maria Teresa Devito, Fabrizia Di Lalla, Adriana Dondona, Stefania Palazzi

 

RIASSUNTO

Questa ricerca-azione indaga quali rappresentazioni del rischio hanno gli adolescenti difficili (in particolare quelli con un disturbo psicosociale) e le confronta con quelle di un gruppo di controllo. Inoltre, la ricerca ha rappresentato l’occasione per realizzare un’azione di prevenzione: permettere agli adolescenti a rischio psicosociale di rappresentare in maniera evoluta (in forma di parola o d’immagine) la loro esperienza del rischio, ha avuto anche lo scopo di prevenire gli agiti autodistruttivi e favorire l’elaborazione della loro attitudine al rischio. Il campione della ricerca è composto prevalentemente da adolescenti maschi (15-18 anni) che frequentano il centro di aggregazione giovanile e un istituto di una scuola media superiore. L’elaborazione dei dati evidenzia che la maggior parte dei ragazzi intervistati associa al termine «rischio» il concetto di «paura», «pericolo», «dolore» e «morte», rappresentandolo come qualcosa che mina la propria e l’altrui incolumità fisica. La situazione rischiosa viene rappresentata dai ragazzi come legata sia a fattori ambientali negativi (rischio di avere un incidente stradale) sia a fattori psicosociali negativi (perdita dell’altro/a e perdita della fiducia riposta in lui/lei).

Parole chiave: Rappresentazione; rischio; prevenzione sanitaria; comportamenti a rischio; adolescenti difficili; fattori ambientali; fattori psicosociali.

SUMMARY

The representation of risk in adolescence. The here presented action-research enquiries about the representation of risk with difficult adolescents in particular when psychosocial disturbances are concerned. Such representations are compared with those of control groups. The research has also been an opportunity to bring about a prevention action. Giving the adolescents with a psychosocial risk a chance to represent through a word or an image their experience with risk, has also helped preventing self-disruptive acting-outs and enhancing the working out of an attitude to risk. The research sample is mainly composed of male adolescents (15 to 18 year olds) mainly joining a juvenile meeting centre or secondary school. Data processing shows that most of the interviewed adolescents associate the concept of «fear», «danger», «pain» and «death» with the word «risk», hinting to some kind of menace for a person and his/her acquaintance. The risky situation is represented as something related to environmental negative factors (risk to have a road accident) or to psychosocial negative factors (loss of one’s match or of the trust placed on him/her).

Key words: Representation; risk; sanitary prevention; risky behaviours; difficult adolescents; environmental factors; psychosocial factors.

LA RAPPRESENTAZIONE DEL RISCHIO IN ADOLESCENZA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin