IL SETTING NELLE CONCLUSIONI DEI TRATTAMENTI DI ADOLESCENTI

5.00

Di Maria Antonietta Fenu

 

RIASSUNTO

L’autrice si propone di avviare una riflessione intorno alle modalità e ai criteri più attuali da utilizzare nelle conclusioni del trattamento psicoterapico, con particolare riferimento agli adolescenti e ai giovani adulti. Il punto di partenza riguarda la frequenza con cui, nei trattamenti rivolti alla fascia giovanile, il rapporto è interrotto senza la necessaria elaborazione. Tale fattore è spesso considerato come fallimento, in quanto il riferimento teorico che normalmente funziona da termine di confronto prende in considerazione il percorso adulto, il cui obiettivo è una rivisitazione il più possibile ampia del mondo interno. Questo obiettivo non è considerato sempre necessario nel lavoro con i giovani. In sintonia con il concetto di Cahn per cui ogni conclusione è un’interruzione, anche se concordata, sono ventilate tre ipotesi: in regime di «trasparenza», il trattamento del giovane tiene presente e rivaluta costantemente la possibilità di concludere o la possibilità di continuare attraverso la chiarificazione sistematica del percorso fatto e delle problematiche affrontate. Considerando il particolare funzionamento interno del giovane, si accoglie anche l’esigenza di sperimentare da «soli» nuovi fronti di crescita, quando il percorso ha sbloccato alcuni nodi irrisolti, facendo spazio ad ampi margini evolutivi.

Parole chiave: Setting; psicoterapia dell’adolescente; conclusione del trattamento; interruzione del trattamento; processo evolutivo.

SUMMARY

The setting in ending adolescent treatments. The author elicits a reflection about the latest methodologies and criteria for the conclusion of psychotherapeutic treatments, with special regard to adolescents and young adults. She first examines the frequency with which a sudden interruption occurs in the treatment of youngsters, thus preventing the interruption itself to be adequately worked out and processed. In the light of the theoric framework for adult psychotherapy aim- ing to a wide and deep exploration of the inner world, such interruptions may be seen as hinting to a failure, whereas in the treatment of youngsters the goal may be different. Three hypotheses are therefore eligible in tune with Cahn’s idea that every conclusion is actually an interruption, however agreed about: in the respect of a principle of «transparency», the young individual’s treatment takes into account and constantly reassess the chance of concluding the treatment as well as that of carrying it on through a systematic definition of the accomplished work and of the problems dealt with so far. Taking into account the youngster’s typical inner functioning, the need for an «autonomous» exploration of new sceneries for his/her growth can be complied with once basic knots have been undone, mak- ing room for a wider developmental process.

Key words: Setting; adolescent psychotherapy; conclusion of treatment; interruption of treatment; developmental process.

IL SETTING NELLE CONCLUSIONI DEI TRATTAMENTI DI ADOLESCENTI

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin