IL MIO PERCORSO DI CONOSCENZA DEL LAVORO DI ARNALDO NOVELLETTO

5.00

Di Maria Katiuscia Zerbi

 

RIASSUNTO

Il lavoro si propone come un’introduzione all’esperienza di conoscenza degli scritti di Arnaldo Novelletto. Con particolare riferimento alla personale esperienza formativa, l’Autrice sottolinea il processo elaborativo del lutto, contemplando movimenti di transitorietà e transizionalità. Tema trasversale sembra essere quello dell’eredità e del rimaneggiamento dell’esperienza, intesa come potenziale fonte di nutrimento e stimolo verso nuove prospettive. In analogia con tale tema viene presentato uno dei concetti chiave del pensiero di Novelletto: la segretezza, intesa
come fenomeno transizionale che contraddistingue l’emergere del funzionamento psichico adolescente conferendogli una sua specificità.

Parole chiave: Lutto; transitorietà; oggetti transizionali; esperienze transizionali; segretezza.

SUMMARY

Introduction to the experience of knowlege of Arnaldo Novelletto’s works. This article aims to introduce the experience of knowledge of Arnaldo Novelletto’s scripts. By referring in particular to her personal experience
of training the Author underlines the elaborative process of mourning contemplating movements of transience and of transitionality. A cross-cutting theme appears to be the one of the inheritance and of the rehash of the experience meant as a potential source of nourishment and as an incitement towards new perspectives. In analogy with such a theme the Author introduces one of the key concepts of Novelletto’s thought: the secrecy intended as a transitional phenomenon that marks the rise of the adolescent psychic functioning by giving it its own peculiarity.

Key words: Mourning; transience; transitional objects; transitional experiences; secrecy.

IL MIO PERCORSO DI CONOSCENZA DEL LAVORO DI ARNALDO NOVELLETTO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin