IDENTITÀ E SESSUALITÀ NELL’ADOLESCENTE CON DISABILITÀ INTELLETTIVA

5.00

Di Monica Santacroce

 

RIASSUNTO

L’elaborato propone alcune considerazioni e riflessioni teorico-cliniche frutto del lavoro riabilitativo che, da alcuni anni, l’équipe del Servizio Ambulatoriale dell’Età Evolutiva del Centro Riabilitativo Tangram, porta avanti con adolescenti affetti da disabilità intellettiva di grado lieve-medio.
Nel testo viene tracciato il percorso evolutivo che conduce l’adolescente alla scoperta di sé e della sessualità, mostrando come, nei casi di disabilità intellettiva, tale processo presenti numerosi e in alcuni casi, invalicabili ostacoli. Si sottolinea dunque, l’importanza di poter affrontare terapeuticamente una condizione clinica così complessa considerandone tutti gli aspetti, da quello cognitivo e neuropsicologico a quello affettivo-relazionale ed esistenziale. Viene inoltre introdotto l’elemento della soggettività e dell’avvio dei processi di soggettivazione come primo elemento di cura nell’incontro con il paziente per poter promuovere e sostenere l’avvio dei processi di differenziazione. Il lavoro propone infine alcuni interventi riabilitativi gruppali, sottolineando la funzione strutturante del gruppo sul piano dell’acquisizione dell’identità e la funzione organizzante che la rete comunicativa ha ai fini dell’avvio dei processi di separazione-individuazione dell’adolescente.

Parole chiave: Adolescenza; sessualità; identità; soggettivazione; rispecchiamento; gruppo.

SUMMARY

Love in the age of the poppies. Fears and passions inside the adolescent love. This article aims to confront with the complexity and the process of falling in love during adolescence. Two points are highlighted: the one of the intrapsychic dimension and of the affective development of the subjects starting from their beginnings and the one of the related development of sexuality. The author underlines the sexual maturation’s process throughout the concept of orgasmic potential made possible by the maturation of the genital organs and by this newly introduced condition over the regulation of the principle of pleasure/pleasure-pain as a core element for the consequences of the process of integration and subjectivation of the adolescent. Being unable to fall in love, to offer oneself and to get lost into the other or the pervasive pain of love are strictly related to a severe psychic pain as being able to fall in love or to love involves a certain «good enough» brain plasticity and fluency of the libido that must have been previously received and met somewhere over our
affective world.

Key words: Love; sexuality; orgasmic potential; object relations.

IDENTITÀ E SESSUALITÀ NELL’ADOLESCENTE CON DISABILITÀ INTELLETTIVA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin