COSIMO E LA GIUSTA DISTANZA

5.00

Di Gaia Petraglia

 

RIASSUNTO

L’Autrice attraverso l’analisi de Il Barone Rampante di Italo Calvino – romanzo che narra le vicende di Cosimo che a 12 anni sale sugli alberi e lì trascorre la sua vita – si sofferma a riflettere sul paradigma della distanza, concetto essenziale nell’adolescenza e ancor più nella psicoterapia con l’adolescente. Sviluppa questo tema attraverso alcune figure letterarie dell’antichità e presenta un caso clinico che ha come cardine quello dell’alleanza terapeutica clandestina nella prima fase di trattamento con un’adolescente anoressica. Analizza infine l’utilizzo che gli adolescenti fanno delle chat e dei blog per comunicare con i pari, mettendo in relazione la comunicazione virtuale che passa attraverso il filtro del computer con l’adolescenza di Cosimo vissuta separata da quella degli altri.

Parole chiave: Letteratura sull’adolescenza; psicoterapia dell’adolescenza; corpo; alleanza terapeutica; blog.

SUMMARY

Cosimo and the right distance. Through the analysis of Calvino’s «Il Barone Rampante», a novel telling the story of twelve year old Cosimo who climbs up trees and spends his life there, the author reflects on the «distance» paradigm, which is essential in adolescence and, even more, in an adolescent’s psychotherapy. This theme is developed through some literary figures of antiquity and clinical evidence is provided through a casa where clandestine therapeutic alliance with an anorexic adolescent at the beginning of her treatment, takes place. In the end, the use of adolescents make of chats and blogs, to communicate with their peers is shown, along with the relationship between virtual communication, namely through a computer, and Cosimo’s lonely adolescence.

Key words: Literature about adolescence; adolescent psychotherapy; body; therapeutic alliance; blog.

COSIMO E LA GIUSTA DISTANZA

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin