APPORTI CLINICI IL BIVIO DEL PUBERTARIO

Di Savina Cordiale

 

RIASSUNTO

L’Autrice descrive quanto la relazione diagnostica con l’adolescente possa lavorare come apparato di trasformazione e di legame intersoggetivo. Tale posizione rende possibile l’osservazione di ciò che è in gioco nella relazione di transfert-controtransfert e l’accesso a una dimensione transizionale creativa. Nella valutazione diagnostica si tratta di prendere in considerazione il sopraggiungere del pubertario senza dimenticare gli elementi dell’infantile che vengono mobilitati, quel trovare- creare che nelle sue molteplici vicissitudini è in stretto rapporto con il perturbante.

Parole chiave: Psicoterapia diagnostica; relazione intersoggettiva; apparato di trasformazione; pubertario; scena pubertaria; nevrosi infantile; perturbante.

SUMMARY

The crossroad of the pubertaire. The Author describes how the dia- gnostic relationship could work as transformative device and as intersubjctive bond with the adolescent. This view allows to look at what is at stake inside the transference and counter-transference and to access to a creative transitional dimension. It’s about taking in consideration the impendig doom of the pubertaire not forgetting the mobilized infantile elements inside the diagnostic evaluation. That find-create so related in many vicissitudes with the uncanny.

Keywords: Diagnostic psychotherapy, intersubjective relationship, processing apparatus, pubertaire, pubertaire scene, childhood neuroses, uncanny.

Il materiale clinico non consente la vendita online di questo articolo.

Vi invitiamo a contattare la nostra segreteria alla mail aep@associazionearpad.it per verificare, qualora interessati, la possibilità di acquisto del numero cartaceo della rivista che lo contiene.

APPORTI CLINICI IL BIVIO DEL PUBERTARIO

Condividi su facebook
Condividi su twitter
Condividi su linkedin