IL PIÙ FICO, AMICO, È CHI RESISTERÀ

RIASSUNTO

Gli Autori, attraverso un dialogo interiore con Marco Lombrado Radice (a cui la presente monografia è dedicata) e sulla base dell’eredità dei suoi insegnamenti e del suo operato, riferiscono l’esperienza condivisa tra gli operatori di Comunità Familiari che da tempo percorrono un cammino a orientamento psicodinamico. Tale percorso conduce verso una considerazione dell’adolescente ospite in termini di sofferenza dell’anima e di cura della stessa. Nel lavoro sono riportati due situazioni cliniche in cui emerge ciò che accade in termini di dinamiche intra e inter-psichiche, nel contemporaneo sensibile mantenimento di contatto con il piano di realtà.

Parole chiave: Sofferenza dell’anima; adolescenza; comunità; intrapsichico.

SUMMARY

The Coolest, my friend, is the one who will resist. The Authors through an interior dialogue with Marco Lombardo and its inherited teachings present the experience of mental health workers in foster home sarin an on and on psychodinamically oriented approach, this path leads toan attention towards to adolescents in terms of suffering of the soul and its healing at the same time. Two clinical examples have been reported in which the intra and inter- psychich dynamics are highlighted while maintaining a sensive contact with reality testing.

Key words: Suffering of the soul; adolescence; foster home; intrapsychic.