ESSERE, STARE, CURARE

RIASSUNTO

Lo scritto sottolinea come il lavoro clinico di Marco Lombardo Radice con l’adolescente gravemente sofferente interroghi l’identità dell’analista che è chiamato specificamente a un processo puntuale e continuo di autoanalisi del transfert e del controtransfert. Il lavoro di riconoscimentoe di elaborazione di questo processo può rivelarsi un’azione terapeutica fondamentale. L’Autrice, anche attraverso alcuni concetti teorici di Winnicott e di Gutton, sottolinea come nel pensiero di Marco Lombardo Radice è proprio l’incontro analitico con l’adolescente che può portare a ideare e a teorizzare, oltre la coppia analitica, altri spazi psichici in cui lo psichismo adolescente possa esprimersi attraverso il lavoro di contenimento e di trasformazione.

Parole chiave: Identità dell’analista; setting; «stare con» e «per» l’adolescente; comunicabilità; «natura» della cura.

SUMMARY

Being, «staying», taking care. The paper, based on the clinical work of Marco Lombardo Radice, illustrates how the analyst working with severely damaged adolescents needs to engage in continuous and thorough analytic process of both the transference and the countertransference, which might rise questions on the analyst’s own identity. The recognition and the working-trough of this process can, over time, act as a crucial therapeutic action. The Author, employing concepts from Winnicott and Gutton, explores how the psychoanalytic work of Marco Lombardo Radice with adolescents can help to develop and conceptualize different settings, in which the adolescent psychism can be contained and transformed.

Key words: Analyst’s identity; «staying with» and «being for» the adolescent; communicability; «nature» of treatment.